“Avevo deciso di occuparmi di vino per hobby, per non perdere la tradizione familiare, ma travolto dall’entusiasmo e dalla passione per questo meraviglioso frutto…..ne ho fatto la vita mia e dei miei figli”
Con queste parole Randolfo Verdecchia definisce l’inizio della “carriera vitivinicola di Tenuta La Pazzaglia” 30 anni ormai sono quasi trascorsi da quando nel 1992 arrivò in questa azienda in totale stato di abbandono ma con un immenso patrimonio naturale. Da qui inizia l’opera di ristrutturazione, dai vigneti prima e la cantina poi…un lungo lavoro portato avanti oggi dai figli Pierferancesco, Maria Teresa e Laura che dal 2009 operano a pieno titolo in azienda, ognuno con ruoli ben precisi.
L’obiettivo comune è un lavoro qualitativo, con un occhio attento alla tutela del patrimonio naturale di cui gode. I 37 ettari aziendali sono infatti composti anche di calanchi e bosco, circondati dai 10 ha. Di vigneto e 2 ha. di olivi. L’azienda pur non essendo certificata Bio, opera praticando una viticoltura attenta e coscienziosa. Il lavoro parte soprattutto dai terreni dove si pratica inerbimento, sovescio e concimazioni organiche; si cerca di attuare una difesa integrata volontaria del vigneto che abbia il minor impatto ambientale ed in fase di imbottigliamento si predilige il tappo stelvin (alluminio 100% riciclabile) al sughe-ro; la convinzione è senz’altro che lavorare bene in vigna e portare in cantina uve sane sia l’unico mezzo per raggiungere la qualità che si ricerca.

I vini della Tenuta La Pazzaglia

Web & Social

SOCIETÀ AGRICOLA TENUTA LA PAZZAGLIA SRL

Strada Bagnoregio, 4, 01024 Castiglione In Teverina (VT)
Telefono: 0761 947114
info@tenutalapazzaglia.it